Startup Visa: il programma per attrarre talenti dall’estero

Attrarre talenti imprenditoriali dall’estero con Startup Visa

Si chiama Startup Visa il programma presentato già a fine Giugno dal ministro dello Sviluppo Economico, Federica Guidi, presso il LUISS EnLabs, acceleratore di startup a Roma.
startup visa attrarre talenti dall'esteroL’iniziativa, cui hanno collaborato anche il Ministero dell’Interno, il Ministero degli Affari Esteri e il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, in pratica facilita la fase di ottenimento del visto d’ingresso per lavoro autonomo per i cittadini dei Paesi extra-UE con l’obiettivo di attrarre talenti imprenditoriali dall’estero che intendono avviare una startup innovativa nel nostro Paese.

Attraverso il sito del programma, è possibile gestire online tutta la procedura e l’utente può ottenere tutte le informazioni utili e fare domanda per ottenere il visto d’ingresso.

ministero sviluppo economicoUn’iniziativa del governo italiano, contenuta nel decreto Destinazione Italia, approvato dal governo Letta, per attrarre talenti dall’estero e di conseguenza capitali. Infatti a chi dimostra di avere un’idea imprenditoriale innovativa e un capitale di almeno 50mila euro, viene offerta una corsia preferenziale per il visto di ingresso: circa 30 giorni con una procedura tutta gestita dal Mise.

Purtroppo rimangono due problemi di fondo: l’Italia non è il Paese migliore per fare business visto che ci troviamo al 56esimo posto nella classifica della Banca Mondiale ed inoltre il digitale nel nostro Paese ha bisogno di interventi infrastrutturali e di capitali consistenti.
Esiste però anche un grande vantaggio a favore di questo progetto e dei potenziali partecipanti; ovvero la grande forza del Made in Italy, che potrebbe far da traino per idee di impresa innovative e ovviamente per futuri imprenditori in arrivo dall’estero.

Inoltre per le startup, le incombenze burocratiche sono meno pesanti: le recenti iniziative del governo a favore del digitale, prevedono sgravi fiscali per chi investe, garanzie sui prestiti bancari e maggiore flessibilità nei contratti di lavoro. Ora la palla passa agli investitori, agli incubatori di impresa che avranno il compito di guardare fuori dal nostro paese e sviluppare delle proposte attrattive. Il Mise ha già in cantiere altri incentivi come l’estensione automatica del visto per chi ha studiato in Italia e vuole rimanerci per fare impresa.

0 Commenti

Leave a reply

accredito

© Copyright 2015-2016 by JOB CENTRE SRL – Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione non autorizzata. Job Centre srl - Piazza Modin, 16 - 35129 – Padova (PD) - ITALIA Capitale Sociale € 25.000 i.v. – Cod. Fisc. e P.IVA 03699320283

Job Centre srl è iscritta all’Albo delle Agenzie per il Lavoro – Sezione IV Aut. Min. Prov. n.39/0006969 del 31/03/2015 Sezione V Aut. Min. Prov.  n. 39/0006991 del 31/03/2015 – Ente accreditato ai Servizi al Lavoro dalla Regione Veneto n. L042 Organismo di formazione Accreditato dalla regione Veneto per la formazione continua e superiore n. A0467

Credits

o

Entra con le tue credenziali

o    

Forgot your details?