Il Job Sharing. Opportunità persa per l’Italia?

I recenti casi di sharing economy ce lo insegnano e sempre più startup fanno della condivisione e della partecipazione, veri e propri business; dall’uso dell’auto, della casa per le vacanze, mezzi di trasporto fino ad arrivare al social eating. In un giusto mix tra trend del momento e convenienza economica, questo modello innovativo di business, sta reinventando completamente anche il vecchio concetto di occupazione.

Job_ShareQuando nasce
Sviluppatosi nell’America tra la fine degli anni ’60 e inizio ’70, in Europa il job sharing sta prendendo piede e la Svizzera ne è un esempio non molto lontano geograficamente, dove ormai tra il 20 e il 27% delle aziende elvetiche mette a disposizione la possibilità di sfruttare il job sharing e quindi condividere il lavoro. E mentre in Italia questa forma contrattuale è appena stata eliminata dal Jobs Act, la media europea delle aziende che offrono lavoro ripartito si aggira intorno al 25%.
Guardando ai numeri, ad oggi, solo il 2% dei contratti di job sharing riguardano gli uomini, mentre circa il 90% è riservato unicamente alle donne.

Come funziona?
Tecnicamente con il contratto di Job Sharing, due lavoratori hanno l’obbligo di fornire la stessa prestazione lavorativa, potendosi sostituire tra loro in qualsiasi momento, o di modificare la collocazione temporale dell’orario di lavoro.
Un caso classico è la situazione in cui uno dei due lavoratori sia ammalato e il datore di lavoro ha la possibilità di ottenere ugualmente la prestazione lavorativa da parte dell’altro. In pratica il job sharing, per il dipendente, è molto simile al lavoro part-time, ma la differenza sostanziale sta nel fatto che si tratta di un unico contratto di lavoro e la prestazione lavorativa è unica.

Qualche applicazione reale
Tornando ai nostri vicini di casa, secondo molti imprenditori svizzeri, questo modello e la flessibilità in genere, tende a soddisfare le esigenze dei dipendenti, contribuisce a coinvolgerli e soprattutto riduce il turnover aziendale fidelizzando persone felici. Inoltre pensiamo all’opportunità di integrare competenze trasversali tra giovani e meno giovani che si trovano in azienda o più semplicemente gestire al meglio assenze, periodi di vacanza e picchi produttivi.

Job_Sharing_Contratto

Perché scegliere il Job Sharing
Una ripartizione del lavoro favorisce in primo luogo i processi innovativi, aumenta la produttività a pari passo con la soddisfazione del dipendente ed infine permette agli HR di scovare i migliori talenti. Non è un caso che tra i motivi per cui i dipendenti tendono a preferire questo tipo di contratto, c’è il desiderio di trascorrere più tempo libero con i propri cari.

Questa forma contrattuale che in Italia abbiamo abbandonato troppo velocemente e in modo superficiale, sembra essere una buona soluzione per le persone che cercano maggiore flessibilità ma anche per le aziende innovative, attente ai propri dipendenti che cercano benessere e maggiore produttività del personale.
Ovviamente perché funzioni, è fondamentale che le due persone si conoscano e soprattutto l’azienda abbia sviluppato un percorso lavorativo condiviso per coordinare il tutto in modo efficiente.

Forse è il caso di rivalutare questo modello per il rilancio di un settore, quello occupazionale, che in Italia si trova in grande difficoltà e fa segnare un tasso di disoccupazione giovanile al 44,2%.

0 Commenti

Leave a reply

accredito

© Copyright 2015-2016 by JOB CENTRE SRL – Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione non autorizzata. Job Centre srl - Piazza Modin, 16 - 35129 – Padova (PD) - ITALIA Capitale Sociale € 25.000 i.v. – Cod. Fisc. e P.IVA 03699320283

Job Centre srl è iscritta all’Albo delle Agenzie per il Lavoro – Sezione IV Aut. Min. Prov. n.39/0006969 del 31/03/2015 Sezione V Aut. Min. Prov.  n. 39/0006991 del 31/03/2015 – Ente accreditato ai Servizi al Lavoro dalla Regione Veneto n. L042 Organismo di formazione Accreditato dalla regione Veneto per la formazione continua e superiore n. A0467

Credits

o

Entra con le tue credenziali

o    

Forgot your details?