Avviare una Startup? Una questione di casualità (1a parte)

Se volete avviare una startup, dovete sapere che Ebay è nata come conseguenza di una giocata in borsa, Instagram ha visto la sua luce nella nostra Firenze e Yelp è il risultato scaturito da un’influenza.
Il titolo è una forte provocazione e di sicuro queste grandi aziende non sono solo il frutto di eventi casuali ma possiamo affermare che nella fase di avvio di una startup, anche il caso vuole (e fa!) la sua parte.

avviare_una_startup

Non solo per avviare una startup ma anche la storia ce lo insegna… Alfred Nobel inventò la dinamite per puro caso, mescolando la nitroglicerina con farina assorbente. Dietro l’origine di molte idee e aziende rivoluzionarie, non c’è sempre la classica riunione intorno a un tavolo; quello che è sempre presente è l’effetto “lampadina che si accende” in un momento inaspettato, magari mentre si pensa di essere sulla strada sbagliata, insomma: in una situazione casuale!
In questa prima parte abbiamo raccolto, grazie a Fastcompany, le storie delle otto startup più di successo che devono ringraziare (anche) il caso, per dimostrare che l’innovazione, spesso, nasce da eventi imprevisti.

Ecco i primi 4 eventi casuali che hanno fatto nascere altrettante startup famosissime:

Netflix
A ispirare il sito di streaming e noleggio online è stato proprio un classico del cinema: “Apollo 13”. Reed Hastings, il fondatore, aveva noleggiato il film ma quando andò a renderlo, il negozio gli face pagare 40 dollari extra per aver il ritardo nella consegna. La spiacevole avventura gli fece scattare la famosa lampadina: un negozio di video noleggio che funzionasse su abbonamento e che potesse inviare i Dvd via email. Il 1997 fu l’anno di fondazione di Netflix.

Airbnb
airbnb.jpgLa recente piattaforma di condivisione e affitto di case e stanza per i viaggi, è tra tutte forse la startup che più sorride al caso. Nel 2007 i due fondatori Gebbia e Chesky, stavano cercando una buona idea per una nuova startup, ma mentre la cercavano avevano comunque bisogno di soldi. Una conferenza che si teneva nella loro città occupò tutte le stanze d’hotel disponibili, ed a Gebbia e Chesky venne in mente, per arrotondare, di affittare dei posti letti nel loro soggiorno. Alcuni giorni dopo, tre persone pagarono la cifra di 80 dollari a notte per soggiornare nella loro casa. Un anno dopo crearono Airbnb. “Inizialmente doveva essere solo l’espediente per pagare l’affitto mentre aspettavamo la grande idea”.

Mint
Chi fa da sé fa per tre, sembra aver pensato Patzer, creatore dell’algoritmo che, basandosi su un database di 20 milioni di commercianti, riusciva ad avere un margine di accuratezza nel riconoscere le transazioni finanziarie del 90%.
L’idea di base era quella di categorizzare le sue transazioni monetarie con più accuratezza “usando le pagine gialle”, come ha spiegato a Mashable, piuttosto che con qualsiasi altro strumento digitale esistente si è dato da fare. E ha creato Mint uno strumento che alla fine del suo primo anno di vita contava 500 mila utenti.

Twitter
twitterChi non conosce il famoso social che cinguetta? Ecco, pensate che la nascita di Twitter è stata ispirata da un ricordo di infanzia. All’inizio Twitter doveva essere un semplice strumento per far sapere ad amici e parenti cosa stai facendo in quel momento. Jack Dorsey si è ispirato al radio scanner della polizia infatti da piccolo, trascorreva ore ad ascoltare i flash della polizia che dicevano cosa stavano facendo e dove stavano andando. A quel punto pensò che mancava qualcosa che facesse lo stesso con gli amici in tempo reale. Nel 2006 Twitter lanciò il suo primo cinguettio.

Pensate ancora che le idee nascano solo davanti ad un tavolo, all’interno di un ufficio? Allora leggete la seconda parte della guida alle startup più famose avviate (anche) per caso.

0 Commenti

Leave a reply

accredito

© Copyright 2015-2016 by JOB CENTRE SRL – Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione non autorizzata. Job Centre srl - Piazza Modin, 16 - 35129 – Padova (PD) - ITALIA Capitale Sociale € 25.000 i.v. – Cod. Fisc. e P.IVA 03699320283

Job Centre srl è iscritta all’Albo delle Agenzie per il Lavoro – Sezione IV Aut. Min. Prov. n.39/0006969 del 31/03/2015 Sezione V Aut. Min. Prov.  n. 39/0006991 del 31/03/2015 – Ente accreditato ai Servizi al Lavoro dalla Regione Veneto n. L042 Organismo di formazione Accreditato dalla regione Veneto per la formazione continua e superiore n. A0467

Credits

o

Entra con le tue credenziali

o    

Forgot your details?